Blitz in una pizzeria di Nola, trovati 180 chili di cibo andato a male: rubavano anche elettricità

Nola: controlli dei Carabinieri Forestali. In una pizzeria sequestrati 180 chili di alimenti e un magnete.

I Carabinieri forestali della stazione di Marigliano insieme a personale dell’Asl Napoli 3 Sud hanno controllato una pizzeria a Piazzolla di Nola.

Nola, 180 chili di cibo andato a male

Durante le operazioni sono stati rinvenuti e sequestrati 150 chili di carne e 30 chili di altri alimenti tra pasta cotta e pesce. Il cibo – in cattivo stato di conservazione – era all’interno di 2 frigoriferi. Rinvenuto anche un magnete posizionato sul contatore elettrico.

Intervenuto personale dell’Enel veniva accertato che con quel magnete era in atto un furto di corrente capace di abbattere i consumi del 97,38 %. Un danno stimato nell’ultimo anno pari a circa 5mila euro.

Denunciata a piede libero la titolare del locale, una 29enne incensurata. La donna risponderà all’Autorità giudiziaria dei reati di furto aggravato e detenzione di alimenti in cattivo stato di conservazione.

Macellaio di Casandrino rubava l’energia elettrica

I carabinieri della Stazione di Grumo Nevano hanno arrestato la settimana scorsa per furto di energia elettrica un macellaio 58enne di Casandrino. I militari, insieme a personale della società di distribuzione di energia, hanno accertato che l’uomo era riuscito a ridurre i consumi di energia dal 2018 per un danno economico di circa 30mila euro. L’esercizio commerciale nel centro di Casandrino aveva un allaccio abusivo collegato direttamente al contatore elettrico.

L’uomo, in attesa di giudizio, è agli arresti domiciliari.

Potrebbe anche interessarti