Anacapri, è obbligatorio baciarsi sul Belvedere: il cartello stradale segna la “zona romantica”

Anacapri
Anacapri- Foto dalla pagina Fb del Comune

Da oggi sul Belvedere del Sognatore ad Anacapri sarà obbligatorio baciarsi.

Lo ha stabilito l’amministrazione comunale che ha accolto la proposta di Simone Acampora, giovane anacaprese che ha chiesto di installare il cartello nella zona del Faro di Punta Carena. Lo ha lui stesso ideato, con la scritta “Zona romantica, obbligatorio baciarsi”.

Anacapri, cartello sul Belvedere del Sognatore

Il Belvedere del Sognatore è una piazzola romantica che si affaccia sul mare di Punta Carena alla base del rosso faro che di notte indica la rotta ai naviganti. Qui, attraverso una scala ricavata nella roccia, si accede allo spazio dove c’è il cartello con la silhouette dei volti di due innamorati che si baciano e la scritta: “Anacapri, tu si na cosa grande!“.

Quello è un luogo molto frequentato dai giovani e dai meno giovani attratti dalla sua particolare bellezza naturale.

Altri esempi di cartelli simili

Non è il primo cartello di questo genere. Il primo comune a installarlo fu Trentinara, nel cuore del Cilento, con la scritta “Kiss me, please”, un cartello che impone di baciarsi su di una bellissima terrazza panoramica. Il segnale raffigura il bacio di Isabella e Saul, due giovani amanti, una sorta di Romeo e Giulietta cilentani. I due innamorati sono i protagonisti di una storia d’amore, ormai leggendaria e raccontata ancora oggi nel piccolo Comune del Cilento. Come gli amanti di Shakespeare, Isabella e Saul si gettarono da una rupe, per via degli impedimenti della famiglia della protagonista di questa struggente storia. La leggende raccontano che i giovani si trasformarono in pietra, detta “pietra incatenata”.

E poi anche Napoli, a Capodimonte, con la prima “via dell’amore” dove un cartello recita “Kiss please“, per favore baciatevi. Si trova sulle scale della principessa Jolanda a Capodimonte, che “obbliga” a baciarsi. Un obbligo posizionato con un cartello di “art attack” sulle scale che un militante del sole che ride Adrian Di Capua assieme ad altri volontari di cui fa parte anche il consigliere della seconda municipalità di Europa Verde Salvatore Iodice puliscono da anni.


Potrebbe anche interessarti