Napoli, accoltellato a 15 anni per una ragazza: l’autore è lo stesso della rissa a Marechiaro

ambulanza-notte
Accoltellato 15enne

Accoltellato 15enne. Un giovane è stato accoltellato a Napoli, l’autore del gesto si è costituito. Si tratta di un 16enne.

Accoltellato 15enne a Scampia

E’ successo mercoledì sera a Scampia, quartiere della periferia Nord di Napoli, in via Hugo Pratt. Il ragazzino è stato accoltellato ed ora è in pericolo di vita. Ad attendere le forze dell’ordine sul posto è stata una donna che avrebbe raccontato di aver sentito le urla del 15enne e di essere accorsa per soccorrerlo.

Il giovane è stato trasferito d’urgenza all’ospedale Cardarelli di Napoli dove i medici lo hanno operato per contenere le emorragie di sangue causate dalle quattro o cinque coltellate all’addome.

Come riporta ilmattino.it, l’autore del gesto era già stato coinvolto nella rissa scoppiata sugli scogli di Marechiaro lo scorso 15 maggio e che portò al ferimento di due giovani, un 16 enne e un 17enne, accoltellati da un 15enne legato ad ambienti malavitosi.

Non è escluso che il movente dell’aggressione sia riconducibile a una lite scoppiata sui social tra settembre e ottobre scorsi per una ragazza contesa.

La rissa di Marechiaro a maggio scorso

Nella domenica del 15 maggio scorso sono stati feriti un 17enne e un 16enne colpiti con dei fendenti. I due sono stati soccorsi da alcuni ristoratori della zona allarmati dalle grida dei presenti e dal tanto sangue perso dai due giovani. Trasportati d’urgenza in ospedale, sono stati sottoposti ad un delicato intervento chirurgico.

Loredana, mamma del 16enne ferito, in un’intervista rilasciata alla giornalista Melina Chiapparino de ‘Il Mattino’ ha raccontato: “Mi hanno telefonato alle 16:30 circa e ho sentito la voce di un signore che mi riferiva dell’arrivo di un’ambulanza perché mio figlio era stato ferito. Per un istante ho pensato si trattasse di un brutto scherzo, poi ho sentito mio figlio che gridava ‘mamma aiutami’ e le sirene dell’ambulanza. Mi è crollato il mondo addosso”.

Giunta all’ospedale Fatebenefratelli, insieme al marito, è riuscita a vedere il figlio: “Mi ha spiegato che stava solo cercando di separare alcuni ragazzi che avevano cominciato ad azzuffarsi. Stava difendendo un suo amico che era stato aggredito. All’improvviso si è ritrovato accoltellato all’addome. Non si è trattato di una semplice coltellata, praticamente è stato sventrato”.


 

Potrebbe anche interessarti