Il papa visiterà Napoli: messa sul lungomare?

Francisco_(20-03-2013)

E’ ufficiale: il Papa, il 21 marzo,  visiterà la città di Napoli, per una giornata molto impegnativa e ricca di momenti particolari. Ad annunciarlo è stato il Cardinale Crescenzo Sepe. Sono già in corso i preparativi ed una bozza di programma sembra esser stata già stilata. Oltre a momenti di preghiera, il pontefice incontrerà ammalati, carcerati, esponenti del mondo del lavoro e della cultura e il laicato.

L’annuncio è stato dato durante la cerimonia per la liquefazione del sangue di San Gennaro. Queste le parole di Sepe:

“Il Pontefice arriverà in una città che ha fame di Dio. Atterrerà in elicottero in una periferia di Napoli dove incontrerà alcuni rappresentanti del mondo del lavoro e della cultura. Poi verrà in Cattedrale a venerare le reliquie di San Gennaro e qui incontrerà il clero”. 

Il programma della giornata è stato realizzato in Curia, dinnanzi al prefetto Francesco Musolino, al presidente della Regione Stefano Caldoro e a Tommaso Sodano, sostituto di De Magistris. Ovviamente non sarà esente da modifiche e correzione, in quanto, dopo esser stato abbozzato, è stato immediatamente inviato a Roma per essere letto dalla Segreteria di Stato Vaticana.

Alcune voci danno per sicuro il fatto che la Messa celebrata dal Papa, si terrà alla Rotonda Diaz. Non resta che attendere conferme per questo evento, molto significativo, in un periodo difficile per una città, vittima di una crisi non solo economica, ma socio – culturale. Un profondo momento di speranza e di spiritualità, un significativo atto di rinascita. Siamo sicuri che il capoluogo campano saprà dare un’ottima accoglienza al Santo Padre, e che egli stesso ne sarà contento.

Il presidente Caldoro non nasconde la propria gioia per questo avvenimento:

“Siamo tutti felici che il Papa venga a Napoli e torni nella nostra regione per la seconda volta in tempi così rapidi. Vivrà una giornata importante e siamo particolarmente contenti.”

Ed a proposito del Cardinale, aggiunge:

“Ancora una volta ha saputo ricordare i temi della partecipazione, della volontà e della fede in un’omelia da condividere. Ha toccato il tema della crisi globale che colpisce le aree più povere.”

Anche Luigi de Magistris ha voluto commentare l’evento:

“Proprio oggi abbiamo avuto l’annuncio straordinario della visita di papa Francesco a Napoli. Si tratta di una grande occasione per la città. La visita assume anche un’importanza significativa per chi si occupa di volontariato e terzo settore perché il programma sarà improntato proprio sul sociale. Crediamo molto in questa iniziativa, che valorizza il volontariato come capitale umano e i beni comuni come capacità di superare la distanza ideologica tra pubblico e privato sociale. Col volontariato si supera la via del lamento per sposare quella dell’impegno.”

 

 

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più