Unicredit: “Il Nord è ricco perché esporta i prodotti al Sud”

Sud Italia

Uno studio del 2010, condotto da Unicredit, sfata un vero e proprio luogo comune secondo il quale il Sud Italia non sarebbe altro che una sorta di “palla al piede”, di parassita del ricco Nord Italia. Riportiamo, a titolo esplicativo, quelle che furono le parole di Felice Delle Femmine per blitzquotidiano.it, responsabile territoriale di Unicredit: ”Se molte regioni del Nord hanno un saldo positivo in fatto di export lo devono al Mezzogiorno dove esportano moltissimo. Dall’analisi presentata oggi, Campania, Puglia, Calabria e Basilicata, risultano infatti caratterizzate da una forte propensione all’importazione di beni da altre aree del Paese e da un interscambio regionale prevalentemente orientato all’interno”. Dunque è chiaro che se il Nord fattura molto è grazie all’esportazione proficua al Sud, che ha molte risorse da sfruttare e che acquista i prodotti “nordici”.

Tale studio, oltre ad aver sfatato un gran bel mito, è tutt’oggi, a distanza di cinque anni, attuale e dimostrabile: reduci da anni di crisi dilagante, che ha travolto sia il Nord che il Sud, quest’ultimo ha importato molto di meno e di conseguenza il Nord ne ha risentito. Oltretutto, date queste premesse, sorge spontanea una considerazione: il Comprasud, iniziativa volta a far girare i prodotti e l’economia del Sud, che consiste nell’acquistare i prodotti di marche che hanno la sede legale nelle regioni del Mezzogiorno, non è solo utopia ma può tranquillamente portare i suoi risultati, a differenza da quanto affermato dai detrattori.

Potrebbe anche interessarti