Violenza assurda a Scafati: pestano a sangue madre e figlio senza motivo

aggressione scafati

Scafati – A bussare alla porta, la violenza ingiustificata. Ad aprire la porta una donna di 40 anni, la quale è stata pestata a sangue, assieme al figlio 15 enne da una inconsueta gang composta da tre persone, composta da due donne e un uomo. Nessuna spiegazione da parte degli aggressori, che hanno colpito le vittime con calci e pugni, lasciandoli sul pianerottolo dello stabile, sanguinanti.

Lo stesso stabile, in via Pietro Melchiade a Scafati, provincia di Salerno, in cui ha sede il comando dei Vigili Urbani. Gli autori della violenza inaudita e improvvisa pare siano entrati dal portone d’ingresso del Cortile Ferrara, salendo nella palazzina, per poi suonare al campanello. Appena la donna si accingeva ad aprire la porta, i tre le si sono scagliati contro senza esitazione alcuna per accanirsi poi anche sul figlio.

Per ora non esistono spiegazioni o piste immaginabili, si attendono risvolti nelle indagini delle forze dell’ordine.

Potrebbe anche interessarti