Video. Rapinano gioielleria, ma il ladro fa amicizia con la vittima

rapina gioielleria ponticelli napoliNapoli – Una rapina inconsueta a Ponticelli, in una gioielleria del quartiere. Un uomo e una donna, dopo essere entrati nel negozio ed essersi spacciati per normali clienti, effettuano il colpo: l’uomo minaccia il titolare della gioielleria con una pistola, tenendolo immobilizzato mentre la donna svuota la cassaforte col bottino. Poco dopo quest’ultima esce dalla gioielleria in attesa del complice. Tuttavia, dal video dei carabinieri si nota una scena rara: i due scambiano alcune chiacchiere, il gioielliere, vittima dei due malfattori, mostra anche il documento al rapinatore e infine, il rapinatore allunga la mano in segno di saluto. I due si stringono la mano, ancora non si sa il perché, e il furfante esce dal negozio.

Ma, mentre accadeva questo, un passante, accortosi di ciò che stava avvenendo, informa immediatamente le forze dell’ordine, le quali giungono sul posto. Il rapinatore scorge la volante e si appresta a correre a piedi per sfuggire agli uomini, i quali iniziano ad inseguirlo. Dopo alcuni minuti di inseguimento, con annessi muretti e cancelli scavalcati, gli agenti riescono a braccare il malfattore. Trovano addosso all’uomo l’arma adoperata nella rapina: una calibro 7,65, matricola abrasa, colpo in canna ed altri 4 nel caricatore.

Si tratta di Giuseppe Merolla, 30enne napoletano, il quale è stato arrestato per rapina aggravata, porto e detenzione di arma clandestina. Il soggetto in questione, inoltre, si trovava agli arresti domiciliari al momento della rapina; nel proseguimento delle indagini, emerge anche l’identità della complice, 38enne napoletana. Dopo 48 ore dall’identificazione, la donna decide di costituirsi alla stazione dei Carabinieri di Poggioreale.

[youtube width=”100%” height=”360″]https://www.youtube.com/watch?v=ss6cjAH852U&feature=youtu.be[/youtube]

Potrebbe anche interessarti