Pagani, donna riceve violenza sessuale al lavoro: punita dall’azienda

palpeggiamento violenza sessuale paganiPagani – Una vicenda che va ben oltre i confini dell’assurdo è quella raccontata MediaNews24, quotidiano dell’agro nocerino sarnese. Nell’estate del 2012 una donna denunciò ai carabinieri di essere stata palpeggiata più volte sul luogo di lavoro da un uomo che lavorava con lei in un’industria conserviera di Pagani, ma con funzioni diverse, il quale un giorno le sfiorò le natiche per alcuni secondi, in maniera leggera.

Data la delicatezza dell’atto, la donna in un primo momento pensò che si trattasse di una sua impressione, non volendo far ricadere una così grave colpa su una persona senza averne la certezza. Ella dunque tornò alle proprie mansioni, ma il giorno successivo fu nuovamente palpeggiata e con più decisione. La donna, accecata dallo sdegno, schiaffeggiò il collega responsabile del gesto portandolo davanti ai propri superiori, ricevendo la “promessa” che l’uomo sarebbe stato licenziato il prima possibile. Dalla situazione scaturì un grave malessere per la donna.

Il giorno successivo, tuttavia, quando la donna si recò al lavoro scoprì di essere stata spostata in un’altra area dell’industria, a spazzare il piazzale interno della fabbrica, mentre il collega era al lavoro come ogni giorno. Nonostante le proteste la situazione non mutò, dunque ella si rivolse ai carabinieri. Alla fine delle indagini il Pubblico Ministero ha fatto richiesta di archiviazione del caso per la tenuità del fatto, ma il gip ha disposto il rinvio del fascicolo al PM sulla base di alcune sentente della Corte di Cassazione, le quali, in questi casi, parlano di vera e propria violenza sessuale. L’uomo, perciò, sarà processato con l’accusa di violenza sessuale.

Potrebbe anche interessarti