Allarme dell’Antimafia: a breve fuori di prigione pericolosi camorristi dei casalesi

carabinieri antimafiaNapoli – L’operazione dei carabinieri che, nelle scorse 24 ore, ha portato all’arresto di oltre 53 persone affiliate ai clan Gagliardi, Fragnoli e Pagliuca, di Mondragone, ha suscitato entusiasmo nei confronti della lotta alla criminalità campana. Senza ombra di dubbio un traguardo importante per la giustizia, ma il procuratore aggiunto Giuseppe Borrelli, coordinatore della Dda di Napoli, ha smorzato parte di questa soddisfazione con una notizia allarmante. Secondo quanto riporta il Corriere del Mezzogiorno, Borrelli ha affermato che stanno per avvenire “scarcerazioni eccellenti di esponenti di primo piano del clan dei Casalesi, torneranno sul campo personaggi di grande pericolosità, che una volta liberi non si dedicheranno certo ad oneste attività lavorative”.

Nessuna falla nel sistema giudiziario, nessuna irregolarità, semplicemente questo cospicuo numero di detenuti ha espiato la pena ed ha quindi saldato il debito con lo Stato e la legge. Un’evenienza che anche il procuratore ha tenuto a confermare: “Ciò è normale essendo il nostro uno Stato di diritto, ma – aggiunge Borrelli, preoccupato – il ritorno in libertà di personaggi di tale spessore crea comunque uno stato di allarme”. Fervono i preparativi per affrontare una simile situazione d’emergenza. Infatti, la Dda ha già composto un gruppo di lavoro e sta scandagliando le dichiarazioni dei pentiti e le prove raccolte per prevenire eventuali ritorni nel mondo della criminalità organizzata.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più