Raid vandalico a Boscoreale, rubati 10 pc per disabili da una scuola elementare

Raid vandalico a Boscoreale, rubati 10 pc per disabili da una scuola elementare

La scuola elementare Gescal di Boscoreale è stata colpita da un raid vandalico in piena notte, i criminali sono entrati nella scuola trafugando numerosi computer e causando molti danni alla struttura.

I criminali si sono introdotti scardinando dal muro la porta della segreteria mettendo a soqquadro l’ufficio e rubando 6 computer utilizzati per le attività amministrative, da li si sono poi spostati nella sala multimediale alzando l’inferriata di protezione, e poi rimuovendo la porta in ferro che dava accesso al locale. La sala era stata poco attrezzata con computer utilizzati sopratutto per i progetti con ragazzi disabili. Dalla stanza hanno rubato 10 di quei pc ma come se non bastasse hanno buttato a terra per scardinarle le tre casseforti nelle quali erano custoditi materiali scientifici e musicali per i laboratori durante le ore mattutine di lezione ma anche per le attività pomeridiane di tempo pieno.

Il danno subito dalla scuola è molto elevato anche perché la scuola resterà inagibile per parecchio tempo, fra i danni si contano anche 4 scuolabus.
“Ennesimo vile attacco alle scuole di Boscoreale e altri danni alle casse comunali giacchè, oltre al grave furto di computer, è stata profondamente danneggiata la struttura scolastica – ha detto il sindaco Balzano – studieremo un sistema per difendere le nostre scuole, con uso di telecamere e vigilanza più assidua in raccordo con Carabinieri e Polizia. Il mio pensiero in questo momento va agli alunni che loro malgrado, per colpa di autentici delinquenti, saranno privati degli strumenti informatici per svolgere al meglio le attività didattiche”.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più