Caso Cucchi, spunta una perizia medica nascosta: cosa dice il documento segreto

Novità fondamentali nel caso Stefano Cucchi, il giovane geometra che morì per mano di alcuni carabinieri. Sono difatti stati rivelati dei dettagli allarmanti. A dimostrarlo è stato il pubblico ministero Giovanno Musarò che in aula questa mattina ha raccontato che “il 30 ottobre 2009 era stata fatta una relazione preliminare sui primi risultati dell’autopsia di Cucchi tenuta segreta ma di cui il Comando Provinciale e il Gruppo Roma sapevano.”

Nel documento tenuto nascosto dai carabinieri si affermava che “la lesività delle ferite allo stato non consentiva di accertare con esattezza la causa della morte.” Come riportato da Fanpage, il PM ha poi sostenuto un attacco durissimo specificando che la prima consulenza medico legale sul giovane Cucchi “è stata falsa. Le testimonianze di consulenti e periti dell’altro processo introdurrebbero un vizio nel processo attuale.”

La lotta della sorella, Ilaria Cucchi, per ottenere giustizia e verità sulla morte di suo fratello Stefano pare che stia ottenendo i suoi frutti.

Potrebbe anche interessarti