Assenteismo, patto tra medici: 28 indagati tra Napoli e Caserta

CarabinieriSono ventotto gli indagati tra dirigenti medici, personale infermieristico e impiegati del settore amministrativo dell’ospedale di Sessa Aurunca e dell’azienda universitaria Federico II di Napoli accusati di assenteismo.

L’indagine era già iniziata nel 2017 dopo alcune denunce giunte in Procura.

“Chi è senza peccato scagli la prima pietra: andiamo tutti in galera o stiamo tutti in grazia di Dio”: è questa una delle frasi intercettate agli atti dell’inchiesta che questa mattina ha portato a ben diciotto misure cautelari dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

Gli indagati avrebbero stipulato un patto mirato a truffare l’azienda ospedaliera. Per alcuni, infatti, l’accusa è di associazione per delinquere finalizzata alla truffa.

A causa dei fermi, alcuni reparti degli ospedali in questione, come ad esempio la rianimazione, sono rimasti scoperti.

L’inchiesta è coordinata dalla Procura di Santa Maria Capua Vetere, diretta da Maria Antonietta Troncone e ha visto al lavoro i carabinieri del reparto operativo del comando provinciale di Caserta e della compagnia di Capua, rispettivamente sotto la guida del tenente colonnello Nicola Mirante e del capitano Francesco Mandia.

Potrebbe anche interessarti