Gommoni si scontrano in mare nel Napoletano. C’è un ferito in gravi condizioni

Vi è stato un nuovo grave scontro marittimo nel mare antistante alla spiaggia di Bacoli, in provincia di Napoli. Negli istanti dopo la Festa di sant’Anna, due gommoni si sarebbero scontrati, provocando così dei ferimenti e il panico tra la folla. Ci sarebbe un ferito grave, al quale i presenti (presi dall’agitazione) non avrebbero dato subito soccorso. La causa è probabilmente da rintracciare in una gara clandestina tra diportisti.

La notizia è stata subito resa nota dal Consigliere Regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli. In un post su Facebook, il politico locale ha affermato: “Il caso dello scontro tra gommoni che si è consumato al largo di Bacoli nella notte dopo la festa di Sant’Anna a Ischia ripropone il tema della sicurezza in mare. In questo caso i responsabili dell’impatto, che ha provocato un ferito grave sull’imbarcazione colpita, sarebbero fuggiti via senza prestare soccorso”.

“Purtroppo inciviltà e atteggiamenti pericolosi non caratterizzano solo gli automobilisti ma anche i diportisti – rimarca Borrelli – Troppo spesso le imbarcazioni vengono condotte da incoscienti che non possiedono conoscenze nautiche ma si comportano ugualmente in maniera spericolata. Addirittura in alcuni casi si misurano in vere e proprie gare di velocità, anche durante le ore notturne quando la visibilità è molto ridotta”.

La Guardia Costiera e le forze dell’ordine hanno a che fare con una mole enorme di imbarcazioni che si muovono durante il weekend – continua il Consigliere Borrelli, riportando anche le parole del commissario del Sole che Ride per l’isola d’Ischia Mariarosaria Urraro – Secondo quanto riportato dall’edizione di martedì de “Il Mattino” il golfo di Napoli è secondo solo alla rada di Hong Kong per numero di natanti in mare. I tutori dell’ordine in mare compiono un grande lavoro ma gli chiediamo tolleranza zero nei confronti di qualsiasi comportamento contrario alle regole. Il mare deve essere un luogo sicuro e non una zona franca dove ognuno può dare sfogo agli istinti più sconsiderati e immaturi”.

Speriamo bene per la salute del colluso ed invitiamo tutti ad usare la ragione ed il buon senso, in mare come in strada e in casa.

Potrebbe anche interessarti