Blitz dei carabinieri a Villaricca: scoperti due quintali di fuochi illegali

Quasi due quintali di fuochi d’artificio illegali sono stati scoperti e sequestrati dai carabinieri in tre garage a Villaricca. Due le persone arrestate: un 35enne e un 37enne, entrambi già noti alle forze dell’ordine. Tre persone invece sono state denunciate.

Questo è stato il bilancio di un blitz dei Carabinieri della stazione di Villaricca. Il blitz è scattato nell’ambito di un servizio di contrasto all’uso e alla vendita di botti illegali disposto dal Comando provinciale di Napoli. Durante la perquisizione, i militari hanno trovato 434 ordigni artigianali e 761 fuochi di “libera vendita”.

I fuochi d’artificio illegali erano detenuti in tre box auto posti al di sotto di un condominio privato. Oltre ai due arrestati, tre persone sono state denunciate per aver concesso in uso i locali come magazzino per il materiale esplodente. Una decisione non solo illecita, ma anche estremamente rischiosa: la potenza degli ordigni avrebbe potuto mettere in serio pericolo la stabilità dell’intero condominio.

I due arrestati sono stati sottoposti ai domiciliari e al momento sono in attesa di giudizio. I fuochi sono stati invece campionati dai Carabinieri del Nucleo Artificieri di Napoli, e in seguito affidati a una ditta specializzata per la distruzione.

In quest’ultimo periodo sono numerose le iniziative volte a contrastare l’utilizzo di fuochi illegali per Capodanno. Recentemente, il sindaco di Ercolano ha avviato una campagna di sensibilizzazione “anti-botti”, e ha emesso un’ordinanza che li vieta in tutta la città.

Potrebbe anche interessarti