Cane impiccato nel bosco: ricompensa di 2mila euro per chi ha informazioni

Non si placa lo sdegno per le immagini di un povero cane impiccato a un albero e lasciato marcire nei boschi. Una foto che ha fatto rivoltare il web e che è stata diffusa e condivisa in tutta Italia. L’animale è stato ritrovato da un uomo che faceva trekking in località Paipo, nel comune di Agerola e nei pressi del Sentiero degli Dei. Estraneo ai fatti l’autore delle foto che è stato anche minacciato e bloccato su Facebook.

Ora arriva la denuncia dell’Aidaa che è pronta a ricompensare di ben 2 mila euro chiunque abbia informazioni utili a rintracciare i colpevoli di questo macabro gesto. Come diffuso in una nota:

“In relazione al cane trovato impiccato nei giorni scorsi nei boschi di Agerola l’Associazione Italiana Difesa Animali ed Ambiente ha deciso di dare un contributo di 2.000 euro a chiunque con le sue informazioni concorrerà alla cattura del responsabile o dei responsabili di tale atto criminale. La ricompensa (taglia) sarà pagata a chiunque sia in grado di fornire informazioni verificabili che portino alla individuazione, denuncia e successiva condanna degli autori di questo fatto criminoso.

Le segnalazioni dovranno pervenire solo per iscritto all’indirizzo di posta elettronica italiambienteaidaa@libero.it e dovranno essere corredate di nome e numero di telefono del segnalante e le stesse saranno immediatamente trasmesse alle forze dell’ordine che stanno indagando su questo orrore”.

E il 2020 non è iniziato nel migliore dei modi per i nostri amici a quattro zampe. Secondo l’Associazione Italiana Difesa Animali ed Ambiente sono stati ben 360 gli animali morti per i botti, ai quali si aggiungono quelli seviziati. Tra questi la foto del gatto privo di coda e quello del cane impiccato ad Agerola. Un trend che vede sempre di più crescere le violenze verso gli animali.

Potrebbe anche interessarti