E’ morto Gennaro, il cane ritrovato dal suo padrone dopo 10 anni

gennaro morto

La sua storia aveva commosso tutto il web. E c’era perfino chi aveva pensato di scriverci un libro o un film. Stiamo parlando di Gennaro, il cagnolino smarrito nel 2010 e ritrovato dal suo padrone, casualmente e grazie a un annuncio su Facebook di animali scomparsi, ben dieci anni dopo. La felicità però di qualche giorno fa si è trasformata subito in tristezza. Gennaro è infatti morto tra le braccia dell’uomo che lo aveva accolto di nuovo in casa.

LA STORIA – Nel 2010, Giampaolo, un uomo di Castellabate trova un cagnolino abbandonato in autostrada e decide di chiamarlo Gennaro, come il santo patrono di Napoli. Un giorno lo lascia ad una pensione ma Gennaro fugge via. L’uomo denuncia la scomparsa ma del suo amico a quattro zampe nessuna traccia, così Giampaolo si rassegna all’idea di aver perso il suo animaletto peloso. A gennaio di quest’anno, sul gruppo Facebook ‘Amici 4 Zampe Agropoli’ viene postato un annuncio di Ilaria Procida. La donna trova un cagnolino per strada in località Cannetiello, ad Agropoli in provincia di Salerno e chiede di chi sia. Nessuno si fa avanti. Così l’ASl decide di intervenire e di portarlo via, in canile. Da un controllo però emerge che quel cane non è un randagio ma ha un microchip. Attraverso il dispositivo i sanitari risalgono all’identità del proprietario, Giampaolo. E così avviene il ricongiungimento tra i due.

LEGGI ANCHE
Perde cane e lo ritrova dopo 10 anni: la storia a lieto fine del piccolo Gennaro

LA MORTE – Ha scosso tutti la notizia della morte del cane Gennaro che comunque di anni ne aveva 16. A febbraio era avvenuto l’incontro con il suo padrone, Giampaolo. Una scena toccante che aveva visto l’animale, ormai anziano e malaticcio, riconoscere il suo primo amico.

Come sottolineato dall’animalista Ilaria Procida in un altro post su Facebook:

“La vita è proprio triste… chissà quanti ti avranno visto ed ignorato, tu così anziano e malato, chissà se ti avrà tenuto qualcuno in tutti questi anni e che poi ti ha abbandonato morente….. Questa sera caro Gennaro ci hai spezzato il cuore, so’ che posso parlare a nome di tutti coloro che hanno gioito per il tuo ritrovamento. Un forte abbraccio al tuo papà umano, Giampaolo, distrutto dal dolore. Grazie a tutti per l’affetto dimostrato a Gennaro, almeno non è morto da solo in strada come tanti altri. Gennaro ci ha dato un grande insegnamento, facciamone tesoro. Corri felice caro Gennarino, stasera in Paradiso c’è un pelosetto in più”.

Potrebbe anche interessarti