Mimum e Ferrari contro il no ai rientri: “Paghiamo le tasse solo per noi. Forma di invidia sociale”

mimum ferrari

Dopo aver attaccato Diletta Leotta per la chirurgia estetica, Paola Ferrari ora se la prende con i presidenti di Regione, rei a suo dire di non volere i lombardi per dei capricci o peggio per una ricerca di consenso. Due tweet che stanno facendo discutere il popolo social per la proposta lanciata dalla giornalista: quello di non far pagare ai lombardi le tasse nazionali.

Questi i suoi ‘cinguettii’. Il primo ha ricevuto ben 9 like:

“Una volta mi avevano detto che l’Italia era una e indivisibile. Ora divieto di circolazione per i cittadini da ormai due mesi e con criteri assurdi dovuti ai capricci del Presidente di Regione di Turno in cerca di consenso”.

Da segnalare come i governatori del Sud non abbiano chiuso i confini ma semplicemente chiesto anche alle altre Regioni maggiori controlli alla partenza in stazioni e aeroporti. L’8 marzo infatti la fuga dal Nord portò un’impennata di casi nelle Regioni Meridionali.

Ancora più senza senso il suo secondo tweet:

“Si potrà circolare fra Regioni con R0,2. difficile visto andamento Lombardia. Va bene! Però 1: d’ora in avanti le Tasse le paghiamo solo per la nostra Regione (visto che Le altre non ci vogliono) 2: le seconde case zero tasse fino a quando ci si potrà tornare”.

La Ferrari cita l’indice Rt pari a 0,2 come parametro fondamentale per gli spostamenti. Secondo indiscrezioni di stampa sarà questo infatti uno dei criteri adottati dal governo (non dalle singole regioni) per evitare che le persone si muovano liberamente tra regioni diverse. Un modo per non far diffondere il contagio che rispecchia le indicazioni sanitarie del Comitato dei Tecnici del premier Giuseppe Conte. Mentre non c’è un nesso tra il vietare di muoversi e il non pagare le tasse.

Dello stesso pensiero Clemente Mimum, direttore del Tg5:

“Non capisco il no alle seconde case. E’ una forma di invidia sociale, o solo una decisione senza senso?”

 

Eppure il criterio è logico: non far muovere possibili positivi.

Potrebbe anche interessarti