Travolto da auto pirata e poi schiacciato da una autocisterna: orrore sulla strada

auto pirataTravolto, schiacciato e poi trascinato per circa 100 metri, doppia sofferenza per il 51enne Stefano, che dal suo brutale destino non ha avuto via di scampo. Ecco le dinamiche raccontate dal sito ilMattino.it:

Esce al turno di notte e viene investito da un’auto pirata. E forse già ucciso sul colpo. Ma la tragica fine di Stefano Stiletti, 51 anni, operaio di Caivano, ha avuto ancora un orribile epilogo. Pochissimi minuti dopo l’investimento, il corpo della vittima che giaceva accanto alla cunetta del marciapiede è stato investito ancora. Da una grossa autocisterna, finendo travolto dagli pneumatici e trascinato via per un centinaio di metri, la distanza che è servita al conducente dell’automezzo per arrestare la corsa dell’autocisterna.

Ed è stato lo stesso conducente del secondo automezzo, Vincenzo Marino, 38 anni, di Sant’Antimo a dare l’allarme, quando sceso dalla cabina di guida si è trovato di fronte ad una scena raccapricciante.

Sul posto gli agenti della polizia stradale di Napoli, diretti dal vice questore Maurizio Casamassima, che hanno dovuto far intervenire un’auto gru del vigili del fuoco, per recuperare quello che restava dal povero operaio. L’autocisterna è stata posta sotto sequestro, mentre al vaglio degli inquirenti è ora il filmato del primo investimento, ripreso dalle telecamere di sicurezza dei varchi chiusi del consorzio Asi della frazione di Pascarola.

Potrebbe anche interessarti