Addio al medico Daniele Cagnacci: “Un papà meraviglioso, il mio esempio più grande”

Cagnacci medico

Napoli – Aumenta ogni giorno che passa il numero degli operatori sanitari contagiati di Covid-19 durante il lavoro e – purtroppo- quello dei deceduti. Daniele Cagnacci, medico di famiglia di 64 anni, è deceduto ieri sera 23 Novembre. Esercitava il suo lavoro nello studio a Corso Umberto I di Napoli. Non si sottraeva mai dal suo dovere, visitando i pazienti a qualsiasi ora del giorno. Molto probabilmente il contagio è avvenuto proprio durante una delle sue viste. Aveva scoperto di essere positivo al Covid-19 pochi giorni fa, durante i quali la sua salute è notevolmente peggiorata, fino alla morte.

La sua era una passione, quella di esserci e aiutare gli altri. Una passione che è rimasta nel cuore di amici, colleghi, ma soprattutto dei suoi pazienti. Sono in molti a ricordarlo attraverso post sui social, tra cui la figlia, che ha deciso di seguire le orme del padre laureandosi in Medicina.

“Quante volte mi sono arrabbiata perché eri al telefono la domenica a pranzo o quando tornavi tardi a casa e mi preoccupavo. Tu mi rispondevi che era il tuo lavoro, ma mai ho conosciuto un medico così.” scrive ricordando brevi episodi che testimoniavano il suo amore per il suo lavoro. “Sei stato un papà meraviglioso, il mio esempio più grande, vorrei essere anche solo una briciola di quello che sei stato tu.”

Papà vorrei trovare le parole giuste ma non le ho. Hai fatto il medico fino alla fine, perché tu eri così, buono e…

Pubblicato da Sarah Cagnacci su Lunedì 23 novembre 2020

 

Parole commoventi arrivano anche dai pazienti, i quali lo definiscono un medico straordinario. In molti, oltre a definirlo come un professionista dalle grandi doti e cure, lo definiscono prima di tutto come amico. “Non dimenticherò mai tutto quello che hai fatto per me e la mia famiglia.” scrive Paolo. “La tua disponibilità, professionalità e amicizia erano fuori dal comune.”

Non dimenticherò mai tutto quello che hai fatto per me e la mia famiglia. La tua disponibilità,professionalità e…

Pubblicato da Paolo Campochiaro su Lunedì 23 novembre 2020

“Questa sera un pezzo della mia infanzia e della mia crescita, il medico più buono del mondo è volato via, ucciso dal Covid19.” afferma invece Valeria. Lo ricorda come il medico che era sempre presente a sopprimere le sue paure e le sue ansie, anche se queste erano dovute ad un semplice raffreddore. “Addio dottore Daniele Cagnacci, non potrò mai dimenticare tutta la bontà e l’amore che metteva nella sua missione su questa Terra.” conclude con dolcezza.

Questa sera un pezzo della mia infanzia e della mia crescita, il medico più buono del mondo è volato via, ucciso dal…

Pubblicato da Valeria Russo su Lunedì 23 novembre 2020

 

Oltre alla scomparsa del medico Cagnacci, il mondo sanitario ieri ha subito altri due decessi. Morti per Covid il medico Antonio Amente, di 69 anni, sindaco di Melito, l’infermiere Alfonso Durante, di 75 anni, e l’ortopedico del Cardarelli Cosimo Russo. Quest’ultimo era tornato a prestare servizio nonostante fosse in pensione, contagiandosi pochi giorni fa durante gli interventi di soccorso.

Potrebbe anche interessarti