Napoli, festa di compleanno con 38 persone: alcuni arrivati anche da altre regioni

Napoli – festa di compleanno, 38 persone multate. La Campania da ieri è entrata in zona arancione, ma nonostante i divieti c’è ancora chi imperterrito continua ad organizzare feste private.

Come riporta “Il Corriere del Mezzogiorno”, è il caso di un gruppo di persone, precisamente 38, alcune delle quale provenienti da altre regioni – gli spostamenti sono vietati anche in zona gialla – che hanno organizzato una festa di compleanno a casa.

La polizia, richiamata dalla musica ad alto volume, è intervenuta in un appartamento di via Orazio a Napoli. E ha trovato questa gente che festeggiava un compleanno, tutti rigorosamente senza mascherina. I presenti sono stati multati per inottemperanza alle norme anti-Covid, hanno dai 20 ai 37 anni.

Non è la prima volta che in questi mesi di emergenza la Polizia scopre riunioni abusive e festivi fuori legge. L’ultimo episodio in ordine di tempo è successo sempre a Napoli dove le Forze dell’Ordine hanno interrotto una festa con quasi 50 invitati in un residence.

Essendo entrata in zona arancione, la Campania è una delle regioni con il rischio covid più alto eppure c’è ancora chi – dopo un anno di pandemia – prende tutto sottogamba e mette in pericolo la propria e la vita degli altri.

Ieri, nonostante i continui appelli degli addetti ai lavori, il Lungomare di Napoli – grazie alla bella giornata di sole – era pieno di persone che passeggiavano all’aria aperta. La cosa che contraddistingue le due vicende però è una ed è molto importante: in zona arancione non è vietato andare in giro per il proprio comune di residenza, è soltanto consigliato restare a casa per evitare i contagi.

Potrebbe anche interessarti