Casavatore, rapina in pizzeria con armi puntate contro i bambini: fermati tre soggetti

Nell’ambito di un’indagine diretta dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Napoli Nord, riguardante la vicenda della rapina avvenuta lo scorso ottobre all’interno di una pizzeria di Casavatore, i Carabinieri della compagnia di Casoria e della stazione di Casavatore hanno dato esecuzione a un decreto di fermo nei confronti di tre soggetti.

Rapina Casavatore, disposto fermo per tre soggetti

Aveva fatto il giro del web il video registrato all’interno del locale in cui si vedono alcuni uomini seminare il panico tra i commensali. Avevano fatto irruzione nel ristorante puntando le armi contro i presenti, non risparmiando nemmeno i bambini. I due sarebbero riusciti a rubare qualche orologio e una collana d’oro.

Al momento tre uomini sono stati fermati in quanto gravemente indiziati dei delitti di associazione per delinquere finalizzata alla commissione di un numero indeterminato di rapine aggravate, di rapina consumata e di svariate tentate rapine.

Le indagini avviate a seguito dell’episodio hanno consentito non solo di identificare i presunti responsabili della rapina in questione ma anche di accertare l’esistenza di una vera e propria organizzazione stabile dedita alla commissione di rapine, anche attraverso l’utilizzo di armi da guerra. Stando a quanto rende noto la Procura, infatti, i soggetti fermati avevano già organizzato diverse rapine in soli pochi giorni, tutte evitate grazie all’intervento del personale dell’Arma dei Carabinieri.

Potrebbe anche interessarti