Follia nel Napoletano: massacra la vicina perché non ha ricambiato il saluto

Un gesto di follia criminale quello di cui è responsabile un uomo di 31 anni il quale ha massacrato di botte la sua vicina che, poco prima, non aveva ricambiato il suo saluto. È successo a San Gennaro Vesuviano, in provincia di Napoli, dove i Carabinieri della locale stazione hanno arrestato per lesioni personali e violazione di domicilio un 31enne di origine ucraina.

La vicina non ricambia il saluto e la massacra di botte

L’uomo è entrato nell’abitazione di una sua connazionale approfittando che il portone di ingresso fosse rimasto aperto. È entrato e l’ha picchiata brutalmente. La donna era “colpevole” di non aver ricambiato il saluto del 31enne quando poco prima si erano visti nell’androne. I due infatti sono vicini di casa.

I Carabinieri – allertati dalla centrale operativa – sono intervenuti presso l’abitazione e sono riusciti a bloccare l’uomo. La donna aveva il volto completamente tumefatto ed è stata visitata dal personale medico. Ha subìto lesioni giudicate guaribili in 15 giorni.
L’arrestato è in attesa di giudizio.

Potrebbe anche interessarti