Roma, scontri nei pressi dello stadio. Tifoso russo accoltellato

Curva della Roma

Vi riportiamo una notizia molto spiacevole, quella di scontri avvenuti tra alcuni tifosi della Roma e alcuni sostenitori del CSKA Mosca nei pressi dello Stadio Olimpico, prima dell’inizio della partita di Champions League tra le due formazioni. Durante la lite un tifoso russo è stato accoltellato, ma non è in pericolo di vita, un altro è stato ferito alla testa; inoltre, alcuni barellieri sono stati picchiati mentre prestavano soccorso. Un episodio riprovevole, con protagonista gentaglia che non ha nulla a che fare con migliaia di tifosi giallorossi, perbene, che allo stadio vanno solo per assistere a uno spettacolo e divertirsi.

La questione della violenza in ambito calcistico torna dunque a presentarsi prepotente in Italia, ancora nella città Roma, che però, giustamente non viene dipinta come una città  violenta e pericolosa, come avviene con la città di Napoli. Oggi infatti abbiamo visto come lo Sparta Praga, più che a una trasferta a Napoli per una partita, creda di andare in un luogo di guerra, e d’altra parte bisogna ricordare che come pericolosità Napoli è al 36esimo posto in Italia, quando Roma è quinta. La nostra speranza è perciò che a Napoli venga riservato lo stesso trattamento di Roma e delle altre città italiane, cioè che si faccia l’opportuna distinzione tra i delinquenti e gli onesti, invece di diffamare l’intera cittadinanza partenopea.

Potrebbe anche interessarti