Corse notturne dei bus, col tergicristalli colpisce il pullman

Bus

Violenze nei confronti degli autisti dei bus che circolano sul territorio partenopeo, soprattutto gli episodi  accadono nelle ore notturne. Ieri, l’ultima aggressione di una lunga serie. Un extracomunitario in via Galileo Ferraris voleva salire sul mezzo con un materasso al suo seguito. L’autista si rifiuta di farlo salire, così l’uomo ha un raptus di violenza e spacca il tergicristallo dal bus e comincia a colpire il parabrezza anteriore lesionandolo non poco.

I sindacati sono preoccupati e sulle colonne de Ilmattino.it, Adolfo Vallini dell’ Usb spiega: “Sono mesi che denunciamo la mancanza di sicurezza alla guida dei mezzi, non ultima la sassaiola avvenuta sabato contro la linea R5 a Scampia che ha letteralmente frantumato il parabrezza della vettura. I conducenti hanno sempre più paura non si può andare avanti in questo modo”.

Alcuni mezzi hanno delle telecamere a bordo e in teoria è possibile identificare i colpevoli delle aggressioni ma non tutti sono dotati del sistema di sorveglianza e quindi c’è piena libertà per gli aggressori di turno che mettono tantissima paura ai conducenti. Negli orari notturni sta diventando sempre più difficile lavorare, si rischia la propria pelle.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più