Disseminano un parco di cibo con chiodi e veleno per uccidere i cani

Cibo con chiodi e veleno ai cani, Rione Traiano

Da un lato la gente del Rione Traiano che si prende cura dei cani e dà loro da mangiare, dall’altro pochi barbari squilibrati, probabilmente solo uno, che dissemina il parco di bocconi contenenti dei chiodi, in modo che gli animali li ingoino e muoiano nel dolore, con gli organi lacerati dai corpi di metallo. È successo al parco Salvatore Costantino, dove le Guardie Zoofile hanno individuato e rimosso le trappole, che forse contenevano pure del veleno.

“Ancora una volta un atto di barbarie contro i cani da parte di persone che non hanno un minimo di amore per gli animali. Nel parco “Salvatore Costantino” al Viale Traiano, quartiere Soccavo, questa mattina sono stati trovati bocconi con chiodi all’interno, letali per i piccoli amici dell’uomo. Diverse le segnalazioni che ci sono giunte – dichiara Francesco Emilio Borrelli – e che hanno permesso di evitare una strage di tanti cani di quartiere che sono curati e accuditi da molte persone della zona. Le segnalazioni hanno subito allertato i volontari delle Guardie Zoofile Ambientali che hanno verificato l’esistenza di questi bocconi letali. Nel video postato da uno dei volontari che hanno messo in atto l’intervento (lo potete vedere cliccando qui) si vede bene quanti chiodi di grandi dimensioni ci fossero nei bocconi appetibili ai cani. L’intervento pur se tempestivo – conclude Borrelli – non ha evitato che qualche piccolo cane sia morto dopo aver inghiottito chiodi e forse veleno. Denunciamo questo vile atto e lavoreremo per difendere i cani e tutti gli animali a quattro zampe che devono poter vivere e frequentare i parchi cittadini senza dover incontrare sulla loro strada teppisti e malintenzionati”.

cani chiodi

 

cani chiodi 2

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più