Kiton, la grande sartoria napoletana che ha conquistato gli Usa

KITON_GALLERY_uomo_SS14_18

Negli anni ’50 vendeva tessuti a piazza Mercato, ora ha un impero di alta sartoria in tutto il mondo. E’ la storia di Ciro Paone, fondatore di Kiton, un’azienda che, da anni, si occupa di abbigliamento, soprattutto maschile, lavorato a mano, con rifiniture curatissime e ormai presente in tutto il mondo.

Da Manhattan, con una sede di tre piani con showroom, fino ai punti vendita europei come quello a Parigi, aperto poco prima dell’attentato del 13 novembre. L‘ultima apertura a Houston, facendo impazzire il pubblico statunitense.

Kiton ha portato, con successo, la grande sartoria campana negli Usa, fondata sulla tradizione e sulla qualità, accessorio immancabile secondo Ciro Paone, il quale ha lasciato, dopo un ictus che lo ha costretto sulla sedia a rotelle, la gestione dell’impresa alle figlie Maria Giovanna e Antonella e ai loro tre cugini.

Ad Arzano l’impero Kiton conta 30 mila metri quadri di superficie e 420 dipendenti, in una palazzina di 3 livelli, in cui sarti professionisti cuciono, quasi interamente a mano, ogni singolo capo, come si faceva 100 anni fa. Le stoffe pregiatissime presenziano i negozi mono-marca aperti nel mondo e non solo. Anche l’export conta chilometri di successo: Giappone, Corea e America i territori toccati.

All’interno dell’azienda ad Arzano sono più di 20 i giovani tra i 16 e i 22 anni che imparano l’arte del cucito dai più grandi sarti. Tuttavia il laboratorio non è riconosciuto come scuola e quindi neanche l’attestato di diploma.

Su 180 sarti presenti solo 25 usano la macchina da cucine e per fare una camicia le 44 sarte presenti impiegano tre ore e mezza. Questa è la scelta dell’azienda, la quale è diventata simbolo dell‘Osservatorio Unicredit Focus Sistema moda: “Le aziende familiari del sistema moda” dice Felice Delle Femine, regional manager Sud Unicredit, su Repubblica, “sono uno specchio rappresentativo del sistema industriale italiano. Hanno saputo resistere alla contrazione dei consumi».

Con 780 dipendenti in tutto il mondo e l’accuratezza dell’ago e il filo, l’azienda napoletana ha reso sanamente globale la semplicità del local e ha dimostrato, con il suo fatturato di 160 milioni nel 2014 che la tradizione e la determinazione possono vincere contro la logica spietata del consumo e della meccanizzazione anche negli acquisti.

Senza dubbio acquistare un capo di alta sartoria è alla portata di pochi, ma avremo sempre un esempio da portare, nei nostri discorsi, quando si parlerà delle aziende del sud e della loro produttività, secondo alcuni bassa e inefficiente. Questo è ancora gratis.

Kiton

 

 

Napoli
Dove: Viale delle Industrie, 80022 Arzano (Na)
Tel: 081 5855111
Mail: info@kiton.it

[mappress mapid=”344″]

Potrebbe anche interessarti