La Lega Nord vince a Potenza: il primo capoluogo del Sud con un sindaco leghista

Mario Guarente della Lega Nord è il nuovo sindaco di Potenza. Si tratta del primo capoluogo del Sud a essere guidato da un esponente del partito fondato da Umberto Bossi e oggi capeggiato da Matteo Salvini. Guarente, 35 anni, ha vinto al ballottaggio contro Valerio Tramutoli del movimento civico Basilicata possibile per appena 200 voti e il 50,30% delle preferenze. In netto calo l’affluenza rispetto al primo turno, essendosi recati alle urne il 56,64% degli elettori contro il 71,71% dello scorso 26 maggio.

Guarente esulta, ma conscio di una maggioranza si dimostra ben disposto verso l’altra parte politica: “Lavoreremo per tutta la città. Nutro profondo rispetto per quella parte con la quale spero di lavorare nella massima collaborazione in caso di convergenze”.

Una sconfitta sul filo di lana per il professore, appellativo con cui è noto Tramutoli, docente di termorilevamento ambiento presso l’Università di Basilicata.

Dopo anni di centrosinistra e l’ultima amministrazione singolarmente costituita da un sindaco di centrodestra con una maggioranza di centrosinistra, Potenza passa al partito che ancora oggi si chiama Lega Nord per l’Indipendenza della Padania. Centrodestra che trionfa anche alla Regione dopo un quarto di secolo.

Potrebbe anche interessarti