Mattarella firma il Decreto Sicurezza bis ma ricorda: “I migranti vanno soccorsi”

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella ha firmato il Decreto sicurezza bis. Ormai, è legge il tanto agognato e discusso decreto, riguardante gli interventi delle Ong e tutte le attività di soccorso in mare dei profughi.

Nonostante ciò, il Presidente (come riportato da Repubblica.it) ha ritenuto necessario scrivere una lettera agli organi preposti di Governo, per chiarire determinati punti fondamentali. In particolare, l’appello di Mattarella è a restare calmi e rispettare le opere di soccorso in mare.

Va ricordato – scrive Mattarella – che, come correttamente indicato all’articolo 1 del decreto convertito, la limitazione o il divieto di ingresso può essere disposto “nel rispetto degli obblighi internazionali dell’Italia, così come ai sensi dell’art. 2 il comandante della nave è tenuto ad osservare la normativa internazionale. La Convenzione di Montego Bay, richiamata dallo stesso articolo 1 del decreto, prescrive che ogni Stato deve esigere che il comandante di una nave che batta la sua bandiera, nella misura in cui gli sia possibile adempiere senza mettere a repentaglio la nave, l’equipaggio e i passeggeri, presti soccorso a chiunque sia trovato in mare in condizioni di pericolo”. 

Insomma vi è stato un richiamo alle regole fondamentali di umanità, civiltà e soprattutto diritoo da parte del Capo dello Stato.

Potrebbe anche interessarti