Salvini in piazza a fare selfie senza mascherina: “I problemi degli italiani sono altri”

salviniMatteo Salvini. Non siamo certamente fuori dall’emergenza sanitaria che ha attanagliato l’intero paese negli ultimi mesi: proprio per questo, infatti, ancora vige il divieto di assembramento, soprattutto se si tratta di incontri che non danno la possibilità di rispettare le distanze minime di sicurezza o se non vengono utilizzati dispositivi di protezione.

Nonostante ciò, negli ultimi giorni, il centro-destra non si è fatto mancare proprio nulla. Non si tratta soltanto di manifestazioni in piazze gremite di gente che non rispetta le distanze di sicurezza dettate dall’emergenza Coronavirus ma anche di mancato utilizzo delle mascherine.

Il primo a non rispettare le norme, ovviamente, è stato proprio Matteo Salvini. Il leader della Lega, infatti, in quest’occasione di pericoloso assembramento, si è lasciato andare a numerosi selfie a volto scoperto con i “fan”. Un atteggiamento, quello di Salvini, a dir poco irrispettoso nei confronti di tutti i morti causati da questa pandemia e non solo.

Un comportamento superficiale a tal punto che è assolutamente offensivo per chi ancora combatte contro questa malattia, per medici e infermieri che lavorano per salvare i malati, per tutti gli scienziati che lavorano per darci delle direttive su come affrontare l’emergenza, per tutti i lavoratori che ancora non possono tornare a svolgere le proprie professioni a causa di questa situazione (dai lavoratori del turismo a quelli dello spettacolo).

Ebbene, il signor Salvini si è almeno pentito di questa manifestazione di totale strafottenza nei confronti di tutti i sacrifici che l’intero paese ha fatto e continua a fare alla luce della situazione che stiamo vivendo? A quanto pare no. A chi gli ha chiesto se gli sembrasse una giusta mossa una manifestazione priva di distanziamento sociale e dispositivi di sicurezza utilizzati nel modo corretto, il leader della Lega ha, infatti, risposto così:

“Il problema degli italiani è la cassa integrazione. Io ringrazio gli italiani che stanno dimostrando enorme buonsenso, cerchiamo di risolvere i problemi di lavoro e cassa integrazione”. Il problema di tanti italiani è il lavoro, certo. Un lavoro che, date le circostanze dell’emergenza sanitaria, spesso non può riprendere. Proprio per questo, attraverso l’impegno e l’attenzione di tutti nel rispettare le regole, quei lavori che ad oggi sono fermi potranno ripartire al più presto possibile.

Potrebbe anche interessarti