Manfredi: “Il vice sindaco potrebbe essere donna”. Giunta di alto profilo: i nomi che circolano

Il nuovo vice sindaco di Napoli potrebbe essere una donna. Verbi al condizionale perché, a quanto pare, Gaetano Manfredi potrebbe avere bisogno di diversi giorni prima di completare la Giunta che, ha assicurato più volte, conterrà nomi di alto profilo per assicurare finalmente a Napoli un governo vero ed in grado di sciogliere quei problemi ormai cristallizzati da diversi anni.

LEGGI ANCHE – Manfredi: “Tenderò a pedonalizzare il lungomare ma anche altri pezzi della città”

Nei ruoli chiave ci saranno dei tecnici, mentre ha annunciato che “Valuteremo l’opportunità di avere un vicesindaco donna” ed, in ogni caso, tra gli assessori “non ci saranno consiglieri eletti”.

Ad oggi, secondo quanto appreso dal Corriere del Mezzogiorno, un nome abbastanza certo pare essere quello di Antonio De Iesu: l’ex questore dovrebbe avere la delega alla sicurezza. Il professor Edoardo Cosenza, invece, potrebbe aiutare Manfredi nella gestione del caso Bagnoli (il commissario adesso è nuovamente il primo cittadino), seppure in veste non ancora definita. Un altro nome che circola è quello di Luca Trapanese, fondatore della casa-famiglia La casa di Matteo, alle politiche giovanili.

Altri due nomi sono quelli di Sergio Costa, ex ministro all’Ambiente, incarico che potrebbe però essere affidato anche ad Alfonso Pecoraro Scanio; i due si “giocherebbero” la delega alla Transizione Ecologica. Per i Trasporti invece si parlerebbe di Umberto De Gregorio, attuale presidente dell’Eav. Dal mondo accademico ritroviamo inoltre il nome di Stefano Consiglio, direttore del dipartimento di Scienze sociali alla Federico II, per la delega alla Cultura.

Potrebbe anche interessarti