Miseno, una vittoria della gente comune: 1800 mq di spiaggia tornano liberi

Miseno
Miseno

Bacoli – È una vittoria, chiamiamola “a distanza”, dell’ex sindaco Gerardo Della Ragione, il quale tra i punti principali del suo programma elettorale aveva previsto più chiarezza per quanto riguardava le concessioni del demanio pubblico, restituendo inoltre più spiagge libere ai cittadini.

Josi, come ci ricorda Freebacoli, aveva affidato all’ex vicesindaco Marco Di Meo il compito di evitare la proroga delle concessioni ai lidi per la gestione del demanio marittimo. Tali concessioni, che scadevano il 21 dicembre 2015, erano state automaticamente prorogate di 5 anni attraverso una legge dello Stato, ma è qui che si inseriva il provvedimento del Comune di Bacoli: con una delibera del 22 dicembre 2015 l’amministrazione ha disposto che quelle concessioni non fossero più prorogate, in modo tale che le spiagge date in ampliamento ai lidi a partire dal 2005 tornassero libere.

I gestori dei lidi hanno tuttavia impugnato la delibera davanti al TAR, Tribunale Amministrativo Regionale, che però ha dato ragione – per il momento – al Comune di Bacoli, nel frattempo non guidato più da Josi Gerardo Della Ragione a causa del “tradimento” della maggioranza. Il TAR ha respinto la richiesta di sospendere la delibera comunale, annunciando che dopo un procedimento più lungo e approfondito arriverà una decisione nel merito.

L’effetto di questa prima pronuncia del TAR è la liberazione di 1800 metri quadrati di spiaggia, che pertanto torna ad essere pubblica. Intanto aspettiamo l’annuncia decisione nel merito del TAR, sperando che confermi l’indirizzo già intrapreso e che possa fare scuola in un Paese come l’Italia, che è l’unico al mondo insieme a Spagna e Francia dove esistono le spiagge private: altrove sono sempre libere.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più