Vergogna nel cuore di Napoli: gettano scarti edili davanti a migliaia di turisti

Quasi ogni giorno ci troviamo a denunciare pregiudizi e razzismo nei confronti dei napoletani, una piaga che indubbiamente esiste e che è giusto combattere per sconfiggerla ad ogni costo. Se però, da un lato, c’è una città con grande voglia di riscatto e si impegna per riabilitare il nome di Napoli agli occhi di tutto il mondo, c’è pure una piccola parte di cittadini che invece se ne frega e continua a sfregiare una città con tremila anni di storia, che ad ogni metro mostra un tesoro e un altro ne cela.

Ieri mattina, in via Tribunali, sono stati ritrovati scarti edili gettati sul marciapiede di fronte alla Chiesa della Pietrasanta, a pochi passi da Sorbillo. Stiamo parlando quindi di uno dei luoghi più conosciuti e frequentati di Napoli, napoletani e turisti, italiani e stranieri. Una figuraccia di portata immensa per il centro storico dichiarato patrimonio UNESCO.

A diffondere le immagini il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, il quale sottolinea anche come gli scarti abbiano ostacolato lo scivolo per carrozzine e disabili. Non ci sono parole per qualificare un gesto simile, dall’inciviltà e dalla strafottenza più oscene.

È ora che le istituzioni si adoperino sia per prevenire tali episodi che per punirne gli autori, così come è il momento che i cittadini, la parte buona di Napoli che equivale al 99% degli abitanti, reagisca in maniera decisa contro la parte marcia, una minoranza alla quale però vengono praticamente lasciata carta bianca e una sostanziale promessa di impunità. Reagisca come ha fatto in occasione dell’episodio razzista a Pordenone, ma stavolta con i fatti e non con le parole.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più