Napoli, uomo con una neonata chiede aiuto: “Non posso più accudirla”

Avanza la povertà sulla scia del coronavirus. Un uomo si aggirava tra le strade del quartiere Vasto, a Napoli, con una neonata in braccio nella speranza di affidarla: chiedeva ai passanti di accudirla, per motivi di lavoro.

La segnalazione è arrivata dai cittadini alla Polizia Municipale di Napoli. L’uomo è stato subito rintracciato dagli agenti dell’Unità operativa Tutela emergenze sociali e minori. Gli agenti hanno subito capito che era disperato con la neonata che piangeva tra le sue braccia. Ai sanitari del 118, allertati poi dalla polizia, l’uomo ha raccontato la sua storia. La madre della bimba, tossicodipendente, si è allontanata da giorni, senza spiegazioni. Ora la neonata, di soli due mesi, è stata ricoverata e affidata alla Direzione sanitaria dell’ospedale Santobono, in attesa delle decisioni della Procura per i Minorenni di Napoli.

“ La tempestività e professionalità dell’intervento – dichiara l’assessore comunale Alessandra Clemente a Il Mattino – confermano ancora il grande impegno a tutela dei più fragili del nostro Corpo di polizia. Grazie al lavoro fatto ora la piccola è al sicuro ed ha iniziato un percorso protetto” .  Gli agenti sono riusciti ad identificare la madre della piccola, che ora è irrintracciabile. Avviata una fase di ricerca. Per garantire la tutela della piccola, altresì, già sono stati allertati i servizi sociali competenti.

Potrebbe anche interessarti