DeMa sul lockdown a Napoli: “Comunicazioni nei luoghi istituzionali. Niente allarmismi”

de magistrisAncora una volta sul piccolo schermo, il sindaco di Napoli Luigi de Magistris, ospite del programma “Tagadà” su La7, ha commentato quando dichiarato da Walter Ricciardi, consigliere del ministro della Salute Roberto Speranza, in merito alla presunta necessità di un lockdown per le città di Milano e Napoli.

Tiziana Panella, giornalista e conduttrice del programma sopracitato, dopo aver sottoposto al primo cittadino partenopeo le immagini delle proteste delle notti scorse con annessi manifestanti delusi dalle mancate promesse dello stesso de Magistris (il sindaco aveva promesso che sarebbe sceso in piazza ad ascoltare i cittadini), ha introdotto un altro argomento: il lockdown per Napoli e Milano.

La risposta del sindaco: “Se le strutture tecniche, il Comitato tecnico scientifico, l’Istituto superiore di sanità, la Protezione civile, il Governo, la Regione, hanno degli elementi, è inutile far fare una dichiarazione anche al più autorevole degli esperti.

“Qua le parole sono piombo: se sono queste le condizioni, chi ha gli elementi per fare una comunicazione ufficiale lo facesse innanzitutto nei luoghi istituzionali, poi li comunichiamo a mezzo stampa come doveroso per ragioni di trasparenza. Eviterei di fare questi annunci a mezzo agenzie altrimenti creiamo solamente allarmismo e preoccupazione e alla fine non facciamo niente di buono”.

A questo link la puntata completa di ieri del programma “Tagadà” in cui è presente l’intervento del sindaco de Magistris.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più