12 novembre 1950: Nasceva oggi lo stadio Liguori di Torre del Greco

Liguori

E’ una data storica quella che si festeggia oggi a Torre del Greco. Esattamente 67 anni fa, veniva inaugurato lo stadio della città, l’Amerigo Liguori. Era la stagione 1950-1951, e la Turris giocava nel Girone M del campionato di Promozione. La partita inaugurale, fu contro i nero-stellati della Bolognese: un incontro storico, perché il primo giocato nel nuovo impianto sportivo.

Tantissimi furono i tifosi che quel giorno attraversarono Viale Ungheria per non mancare all’inaugurazione. Una giornata di festa, che fu confermata anche sul campo giocato. Alla cerimonia che precedeva la partita, non mancarono diverse autorità sportive, politiche ed imprenditoriali della città, come Crescenzo Mazza e il consigliere provinciale Ciro Cirillo, oltre, ovviamente, al presidente della Turris, Amerigo Liguori, il dott. Francesco Coscia e Giovanni Apa.

Al termine della cerimonia, conclusasi con la benedizione del sacerdote Andrea Buovolo, iniziò finalmente la partita! La Turris ci impiegò poco meno di 2 minuti per portarsi subito in vantaggio, grazie al gol dell’attaccante Raimondi. L’1-0 resistette fino al novantesimo, e fu quello il primo risultato ottenuto dalla Turris nel nuovo stadio, nonché la prima storica vittoria ottenuta nel nuovo impianto.

L’anno successivo, ci fu un grave lutto per la città di Torre del Greco: moriva Amerigo Liguori, presidente della Turris, stroncato da un infarto a soli 47 anni. Si veniva a spegnere una delle personalità più illustri della città, nonché uno degli uomini chiave in quelli che erano i primi anni di vita della squadra corallina. Ed è proprio a lui che verrà successivamente intitolato l’impianto il 21 settembre 1952, in una partita amichevole giocata con il Foggia. Il ‘Liguori’ intanto vedeva anche i primi lavori di ristrutturazione. Nella stagione 1953-54 infatti, i programmi della società vennero supportati dall’amministrazione locale,  che appaltava i lavori per la costruzione di una tribuna di 2000 posti.

Diversi furono i lavori che cambiarono il volto del ‘Liguori’, dall’erbetta sul campo di gioco, che nella stagione 94/95 sostituì il terreno battuto, ad un settore distinti ingrandito di circa 400 posti grazie ad una struttura a parte, alle recinzioni in ferro, sostituite nel 2005 da quelle in plexiglas. L’ultimo, in ordine di tempo, Il 13 settembre 2009, con la sostituzione del manto erboso naturale con uno di erba sintetica di ultima generazione per permettere di giocare la prima partita di campionato della Turris contro la Sibilla Bacoli, incontro che finì con il risultato di 2-2.

Attualmente, la capienza totale si aggira attorno ai 5200-5300 posti, costituiti da una tribuna coperta, che può contenere circa 3000 persone, un settore distinti in ferro che può contenerne circa 2000, più il settore ospiti, chiamato anche “curva Vesuvio” per il suo orientamento, che può contenere circa 300 spettatori. Da anni si attendono novità dall’amministrazione comunale, affinché possa essere ri-ammodernato un impianto che porta parecchi anni sulle spalle, e che lo scorso anno ha iniziato a dare evidenti segni di cedimento strutturale.

 

Fonte: il libro “F.C. Turris 1944” di Ciro Antonio Altiero e Giuseppe d’Urzo; Wikipedia

Potrebbe anche interessarti