Frattese, pari spettacolo con l’Akragas. La Neapolis si avvicina

Frattese

FRATTAMAGGIORE – Un botta e risposta vietato ai malati di cuore quello andata in scena allo Ianniello di Frattamaggiore tra la Nerostellati Frattese e la capolista Akragas. Il tabellino finale al triplice fischio dell’arbitro recita, infatti, 3-3. La Frattese esce così tra gli applausi dei suoi tifosi, nonostante il pari metta in serio pericolo il raggiungimento dei play-off. Gli uomini di mister Grimaldi, infatti, ora sentono sul collo il fiato della Neapolis, lontana appena un punto dall’ultimo posto disponibile per accedere alla post season.

Entrambi gli allenatori, alla vigilia, devono fare i conti con assenze pesanti. Mister Grimaldi è costretto a rinunciare agli squalificati Petrarca e Mora, oltre ai lungodegenti Gervasio Costanzo e Castiglione; il tecnico Feola, invece, perde in extremis Baiocco e rinuncia per squalifica a Chiavaro. Poziello e Toscano, dunque, formano l’inedita coppia centrale nel 4-3-3 schierato dalla Frattese: per il resto, tutto come da previsioni con il tridente Marotta – Longo – Celiento pronto a colpire. L’Akragas risponde con un 4-2-3-1, con i tre trequartisti Tiscione, Savanarola e Catania a supporto dell’unica punta Meloni.

La gara ci mette poco a prendere quota: al 12’ Bonavolontà fa esplodere lo Ianniello con una bella rete di testa su tiro cross di Celiento. La risposta dell’Akragas è immediata: passano tre minuti e Meloni pareggia i conti, scappando alle spalle di Poziello e depositando sul secondo palo da due passi. La squadra siciliana si mostra incredibilmente cinica quando, al 20’, capovolge il risultato: De Rossi, sul secondo palo, infila il portiere nerostellato con un tocco sottomisura. I nerostellati, che fino a quel momento, avevano condotto la gara non demordono e prima sfiorano la rete con un tiro dalla distanza di Marotta, poi trovano il pari al 33’ con Longo, la cui conclusione termina lemme lemme in fondo al sacco. In mezz’ora, allo Ianniello gli spettatori hanno già visto quattro reti. Al 39’, Celiento potrebbe rifilare il nuovo vantaggio Frattese su cross di Longo, ma in tuffo non riesce a battere in rete, finendo peraltro con la spalla sul palo. Allo scadere del primo tempo, l’Akragas colpisce ancora: Maraucci, su angolo, indovina la traiettoria giusta e trafigge Vitale. Si va al riposo con i giganti avanti 3-2.

Nella ripresa, la squadra di Feola cerca di gestire il vantaggio, concedendo campo e gioco alla Frattese. I nerostellati sono vivi ed al 54’ sfiorano il palo con Celiento, che supera De Rossi e cerca la conclusione da posizione defilata: devia D’Alessandro. Due minuti dopo, ci prova Marotta dalla distanza con un bel tiro a giro: la palla sfiora l’incrocio dei pali, terminando a lato. Nei secondi 45 minuti, l’attaccante napoletano cambia passo servendo, al 64’, una palla deliziosa a Longo, il cui tocco sfila a lato. Sul fronte opposto, Meloni potrebbe chiudere i conti, ma il suo colpo di testa finisce alto sopra la traversa. L’Akragas cala vistosamente, mentre i cambi di Grimaldi, con Pezzullo e Buondonno, aiutano la Frattese nella ricerca del pari. Pari che arriva al minuto 81′, quando Longo riceve palla, si gira e calcia verso la porta un siluro che si infila nel sette. Diciannovesima rete dell’attaccante frattese che esulta assieme ai circa 1000 spettatori presenti allo Ianniello. Finale che non riserva più occasioni, con le squadre stanche per la gran gara disputata. Al triplice fischio, sarà 3-3.

NEROSTELLATI FRATTESE 3 – 3 AKRAGAS CITTA’ DEI TEMPLI

NEROSTELLATI FRATTESE: Vitale, Mocerino, Vergara (13’st Buondonno), Costanzo, Toscano (1’st Pezzullo), Poziello, Crispino, Bonavolontà, Longo, Marotta, Celiento (42’st Corace). – All. Teore Grimaldi

AKRAGAS: D’Alessandro, De Rossi, Dentice, Bonaffini, Vindigni, Maraucci, Tiscione (8’st Longoni), Trofo (15’st Risolo), Meloni, Savanarola, Catania (23’st Dezai). – All. Vincenzo Feola

ARBITRO: Sig. Riccardo Annaloro di Collegno (Gentileschi – Primieri Granieri)

MARCATORI: 12’pt Bonavolontà, 15’pt Meloni, 20’pt De Rossi, 33’pt e 36’st Longo, 45’pt Maraucci.

NOTE. Giornata soleggiata, manto erboso in perfette condizioni. Spettatori: circa 1000 di cui 50 da Agrigento. Ammoniti: Mocerino, Poziello; Trofo. Recupero: 1’pt; 4’st.

FONTE: Ufficio Stampa Nerostellati Frattese, Tommaso D’Errico

 

Potrebbe anche interessarti