Rugby

Rugby, Italia-Francia

Allo stadio Olimpico di Roma prima dell’inizio della quarta giornata del torneo internazionale di rugby “Sei Nazioni”, che ha visto protagoniste l’Italia e la Francia, gli altoparlanti hanno diffuso una delle canzoni classiche napoletane più famosa diventata anche l’inno storico della tifoseria partenopea. Ne parla calcionapoli24.it.

Si tratta del celebre brano “‘O surdato nnammurato” che ha coinvolto tutto l’Olimpico e fatto cantare tutti i tifosi!

A rendere nota la notizia è stato il giornalista Salvatore Formisano attraverso Twitter: “L’Olimpico suona ‘O surdato nnammurato e tutti i tifosi cantano. Ciò che il calcio divide, il rugby unisce.”

Un clamoroso gesto che non è passato inosservato, che ha unito per un attimo i tifosi che non si sono preoccupati del fatto di essere partenopei o meno. Un canto che ha fatto crollare ogni astio e rivalità che, come afferma Formisano, sono elementi spesso presenti nel mondo calcistico.

Rugby

Quasi 70.000 spettatori allo stadio Olimpico di Roma dove sabato pomeriggio Italia e Scozia sono scese in campo per disputare una partita del Sei Nazioni di Rugby. Una folla di sportivi veri hanno incitato gli azzurri e soprattutto mostrato una faccia che il calcio purtroppo non riesce a far vedere.

I tifosi presenti sulle gradinate hanno cominciato a cantare “O surdat ‘nnammurato” proprio in quello stadio dove a febbraio, in occasione di Roma-Napoli, furono intonati i soliti cori contro la città incitando il Vesuvio ad eruttare spazzando via una intera popolazione.

Sul web piovono gli applausi per il fair play e la cultura sportiva che quei tifosi hanno dimostrato di avere, diversamente dai tanti appassionati di calcio che, invece, maltrattano i napoletani. Come è diverso il rugby dal calcio. Questo calcio tanto seguito che insegna davvero poco, dove i bambini ripetono cori e parolacce nei confronti degli altri, dove i calciatori fanno finta di aver subito una violenza, dove ancora si offende l’arbitro e non si ha rispetto per gli avversari, dove le tifoserie si beccano senza esclusioni di colpi.

Noi non ci stiamo e vogliamo sottolineare che quanto di positivo accaduto sabato pomeriggio dovrebbe far riflettere molti.

Aria di derby invece per la Serie C, impegnata contro i Wasps Stabia. La squadra stabiese sta vivendo un anno di interregno. La triade tecnica Raimondi – Spada – Lucia non è Continua a leggere…