In Campania la statua di San Pio più alta del mondo

statua padre pio cilento

Quando si tratta di voti e credenze religiose, si sa, noi meridionali siamo (talvolta) particolarmente partecipativi. In qualunque comune, in qualunque strada è veramente impossibile non incappare in altarini e statue di figure cristiane pronte a benedire qualunque ignaro passante. Forse, però, il comune di Ogliastro, nel Cilento, ha un tantino esagerato con l’estasi votiva: il sindaco, Michele Apolito, ha annunciato che sul colle “Tempone degli zingari” si innalzerà la più colossale statua di San Pio che il mondo abbia mai visto.

Serviranno 150 milioni di euro per erigere 85 metri di fervore religioso: il Santo sarà alto quasi quanto la Statua della Libertà, più colossale della Torre di Pisa e due volte il Cristo che abbraccia Rio. La domanda che sorge spontanea pensando a questa ottava meraviglia del mondo è: perchè? Ed è quello che si chiedono molti cittadini di Ogliastro, considerando anche che il Santo di Pietralcina non ha proprio niente che lo leghi alla cittadina cilentana. C’è da dire, a discolpa del progetto, che il gigante di pietra indicherà con un braccio il Sannio, la terra natia.

Eppure, le delibere sono passate con la maggioranza dei consiglieri comunali e con la collaborazione del vicino comune di Prignano, che gioverà anche lui del Colosso Cilentano. Peccato che il comune potrà fornire solo il 10% delle spese per una simile missione e che, al momento, gli 8.000 euro donati da un privato fedele siano serviti solo per un modellino in scala del progetto. Sorge quindi spontaneo chiedersi con quali soldi pubblici verrà eretta la statua. Una domanda che si è posta anche Luciana Litizzetto nell’ultima puntata di “Che tempo che fa”: “Una statua alta 85 metri? Ma perché, la gente prega la statua più grande o il santo? E poi ce lo vedete Renzi chiedere i soldi alla Merkel per una statua di Padre Pio? Secondo me lo picchia”.

Potrebbe anche interessarti