Esame di Avvocato a Napoli: annullate prove, è scandalo sul concorso

avvocati

Napoli – Copiare è un’usanza comune che accompagna studenti ed esaminandi dai primi anni delle elementari fino alla maggiore età: tutti quanti, almeno una volta nella vita, abbiamo copiato qualcosa! Quando però, succede durante uno degli esami di Stato più selettivi e “legali” del nostro paese, la situazione si complica raggiungendo estremi patologici. Una bufera si è infatti scatenata sull’esame per l’abilitazione alla professione di Avvocato tenutosi a Napoli il 15, il 16 ed il 17 dicembre dello scorso anno, negli spazi della Mostra D’Oltremare: alla quarta settimana di correzione, circa il 20% dei compiti risulterebbe vergognosamente copiato.

E’ risaputo che simili mezzucci vengano usati anche in concorsi pubblici tanto seri, anche se viene comunque una certa amarezza nel pensare che vi ricorrano giovani che dovrebbero tutelare il diritto e la legge, ma quello che la Corte d’Appello di Milano, incaricata di correggerli, ha rilevato, è assurdo. Più di mille, fra i 6.000 esaminandi, avrebbe copiato i tre compiti scritti richiesti da un sito web specializzato, senza cambiare nemmeno una virgola o un punto.

“Non parliamo di ispirazione, – riporta il Corriere del Mezzogiorno da una sua fonte – ma di una copiatura furibonda. Parola per parola, virgola su virgola. Alcuni temi erano evidentemente uguali fra loro, e questo tutto sommato è comprensibile, ma la stragrande maggioranza dei testi era stato preso da un sito: mininterno.net, che ha pubblicato le tracce e poi le soluzioni. Oggi, soltanto per fare un esempio, su 10 elaborati esaminati, 2 erano copiati” Insomma, una situazione ridicola che ha portato all’annullamento immediato di tutte le prove evidentemente truffaldine.

Potrebbe anche interessarti