De Magistris: “No a certi modi di fare economia, utile a pochi e alle mafie”

Luigi-De-MagistrisLuigi De Magistris, come ogni venerdì sera, si è trattenuto per un’ora in compagnia del giornalista Walter De Maggio sulle frequenze di Radio Kiss Kiss Napoli intervenendo al programma “Fuori dal Comune“. Il sindaco, rispondendo alle domande telefoniche di molti cittadini, ha toccato diversi temi riguardanti la vita della città di Napoli, non prima, però, di aprire una brevissima quanto piacevole parentesi sul ponte pasquale: “E’ andata benissimo. Napoli avvolta da decina di migliaia di persone. Solitamente ci si organizza con visite fuori porta, invece, c’erano tantissimi turisti e napoletani. Questo è il trend che avremo fino all’estate, riscontri ottimi. La città sta esprimendo una forza, una dignità e una voglia di vivere straordinaria”. 

Altro tema di rilevanza è quello dell’imminente referendum di cui nessuna parla in programma il prossimo 17 aprile: “La posizione sul referendum è netta sia mia che del’amministrazione di Napoli: andare a votare e votare SI. Noi vogliamo tutelare i nostri mari e il nostro paesaggio. Questo è un modo di fare economia utile solo per un’oligarchia ristretta a poche persone e le mafie hanno goduto di questo tipo di politica. Il paesaggio, l’acqua pubblica, libera impresa, giovani imprenditori, questo è il modo, invece, di fare economia”.

Sulla raccolta differenziata, il sindaco si mostra felice per i risultati sinora raggiunti:  “Il porta a porta sta andando benissimo grazie alla straordinaria collaborazione tra popolo e amministrazione, per quanto riguarda i problemi legati alla sporcizia lasciata dai cani ci vuole una grande operazione di sensibilizzazione. Si deve fare molto di più in termini di comunicazione e sanzioni”.

Un pensiero rivolto anche ai tanti lavoratori di Almaviva che in stanno trascorrendo momenti terribili: “Il Comune non ha competenza sulla vertenza Almaviva. Una decisione così drastica che colpisce un numero cospicuo di persone. Noi pensiamo che nella città metropolitana di Napoli ci siano tutte le condizioni per investire e siamo con questi lavoratori”. 

 

 

 

 

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più