Omicidio Fortuna, Caputo: “Stavo mangiando una pizzetta quando è precipitata”

Raimondo Caputo continuare a puntare il dito contro l’ex compagna Marianna Fabozzi e l’accusa nuovamente di aver ucciso Fortuna Loffredo.

Davanti alla terza sezione della Corte d’Assise di Napoli, Caputo ha sostenuto nuovamente la tesi che vede colpevole dell’uccisione di Fortuna la sua ex compagna Marianna Fabozzi, che al momento è accusata solamente di concorso in abusi sessuali commessi da Caputo.

Nella sua nuova versione emergono nuovi particolari, come si legge su Il Mattino, Caputo racconta: “Mi trovavo in strada e stavo mangiando una pizzetta quando Fortuna è precipitata. Ho preso l’ascensore e sono salito al settimo piano: a casa c’erano Marianna e la figlia, e Marianna aveva tra le mani la bicicletta di Fortuna”.

Le sue dichiarazioni sono apparse però molto confuse. Il processo riprenderà il 18 gennaio 2017 con nuovi testimoni.

Potrebbe anche interessarti