Autopsia sul corpo di Ciro. Lo zio: “Non crediamo all’incidente”

Napoli – Nell’istituto di medicina legale di Napoli si sta svolgendo in queste ore l’autopsia sul cadavere di Ciro Ascione, 16enne di Arzano trovato morto vicino ai binari della stazione di Casoria. L’esame sarà utile per capire se il giovane sia stato ucciso da qualcuno per poi essere lasciato nel posto in cui è stato ritrovato o se, come gli inquirenti sono orientati a credere, si tratti di una tragica fatalità.

Un video acquisito dalla Polizia di Stato, infatti, mostrerebbe che Ciro, dopo aver perso il treno che l’avrebbe riportato a casa, si sarebbe aggrappato al vagone chiuso: il ragazzo sarebbe anche riuscito a mantenersi per poi perdere l’equilibrio e cadere poco prima dell’arrivo alla stazione dove il padre lo stava aspettando.

Tuttavia, la famiglia non sembra credere a questa versione. Secondo un’intervista riportata dal Mattino, lo zio di Ciro, Marco Capuano, avrebbe affermato: “Fino a quando non permetteranno al padre di vedere quei filmati, non crederemo all’ipotesi dell’incidente. Conosciamo Ciro, non è tipo che salta su un treno in corsa, a meno che non sia stato inseguito da qualcuno e abbia preso il treno con le porte ormai chiuse per paura”

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più