Blitz nel Napoletano: scoperte telecamere e maxi schermi per proteggere lo spaccio

Un sistema di videosorveglianza a regola d’arte è stato ritrovato a Marigliano, comune posto tra l’area Nord di Napoli e il Nolano.  Il sistema è stato scoperto a seguito di un’irruzione dei carabinieri nel quartiere popolare di Pontecitra.

Il ritrovamento è stato effettuato sul terrazzo di uno degli stabili. Tra tubature e muri scrostati, gli uomini dell’Arma si sono trovati subito di fronte ad una scena degna di Scarface. Si parla di un maxischermo collegato con una fitta rete di telecamere disseminate per tutto il perimetro del palazzo. Nello stesso luogo i carabinieri hanno poi sequestrato anche due pistole semiautomatiche calibro 7,65 cariche e pronte all’uso. Probabilmente quest’ultime servivano a difendere la sala di comando.

Tale elaborata e abusiva rete di videosorveglianza urbana è risultata essere un’importante arma segreta dei clan. Così infatti gli spacciatori setacciavano la zona e la “controllavano” da visite indesiderate. Il tutto svolto da un’unica e comoda postazione. Nei pressi di quest’ultima c’era un congelatore a pozzetto in cui erano riposte a portata di mano le due semiautomatiche.

Per l’ennesima volta, la malavita dimostra di possedere doti impeccabili nella protezione dei propri affari.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più