Stupro in Circumvesuviana: controlli sui cellulari. I 3 indagati potrebbero aver ripreso la violenza

Proseguono le indagini da parte dei magistrati della Procura di Napoli sullo stupro avvenuto lo scorso 5 marzo nella stazione di San Giorgio a Cremano della Circumvesuviana. Una 24enne di Portici sarebbe stata abusata nel vano ascensore della fermata per mano di tre giovani di 18 anni, tutti attualmente in carcere con l’accusa di violenza sessuale di gruppo. La giovane ha quindi raccontato la sua versione dei fatti agli inquirenti, sostenendo che il rapporto non fosse consenziente.

Racconto diametralmente opposto, invece, quello dei tre giovani. I loro legali, infatti, hanno presentato istanza al Tribunale del Riesame sostenendo che il rapporto fosse consenziente. Nel frattempo, gli inquirenti hanno chiesto alla Polizia Postale di eseguire accertamenti tecnici sui cellulari dei tre indagati. Si cerca di capire se i tre possano aver registrato un filmato mentre stavano abusando della ragazza.

Potrebbe anche interessarti