Roberto Bolle ringrazia Napoli: “Omaggio ad una città che mi ha dato tanto”

Roberto Bolle, Etoile della Scala di Milano e Principal Dancer dell’American Ballet Theatre di New York, è stato ospite a Napoli per la sua manifestazione di danzaOnDance ed è stato accolto calorosamente dai napoletani. Il suo rapporto con la città dura da anni e ha voluto rilasciare alcune dichiarazioni proprio in merito alla città di Napoli e all’accoglienza dei napoletani. Ecco cosa ha detto a La Repubblica: “Napoli questa volta è partita con grande entusiasmo. Ieri abbiamo fatto un flash mob e abbiamo visto sorpresa nelle facce delle persone. Napoli mi ha sempre accolto con grande affetto, erano 8 anni che non ci tornavo, dopo che ci ero stato per tanti anni consecutivi. Volevo omaggiare questa città che mi ha dato tanto.

A San Carlo tornerò a settembre e Napoli rientra nel mio cuore. La serata all’Arena Flegrea è aperta a tutti e il ricavato andrà devoluto all’associazione Annalisa Durante. L’arte sin da bambino mi ha insegnato ad inseguire le mie passioni e ad andare oltre i miei limiti. L’impegno e i sacrifici servono per la crescita personale. In questi due giorni intensi abbiamo voluto questi incontri a Forcella per parlare con i ragazzi e raccontare a loro il mio percorso che non ha cercato scorciatoie. Non bisogna puntare al successo facile. Ho sempre cercato di coltivare la passione. Il successo viene, ma può anche non venire. L’importante è costruire la propria persona, fatta di successi e insuccessi. Questo ti rende una persona migliore. Lo dico ai ragazzi di Forcella e di Napoli“.

Potrebbe anche interessarti