Indagini nozze Tony Colombo, De Magistris: “Vicenda surreale, sono estraneo”

 

Indagini sul matrimonio di Tony Colombo e Tina Rispoli, nozze che destarono tanto scalpore per aver paralizzato tutta la città di Napoli, tanto clamore sopratutto per il verificarsi di un concerto non autorizzato in Piazza del Plebiscito che, costò una multa di oltre 30.000 euro.

I carabinieri, su disposizione della Dda di Napoli, stanno indagando tra gli esponenti del Comune di Napoli, dopo essersi recati ieri mattina negli uffici dello stesso.

Coinvolto anche il fratello del sindaco Luigi De Magistris, Claudio, nelle indagini che proseguono in queste ore, nonostante l’amministrazione comunale tempo fa aveva già allontanato qualsiasi coinvolgimento sul proprio conto. Indagini che coinvolgono anche due ufficiali della Polizia Municipale, tre vigili urbani, una staffista della segreteria del sindaco e una dipendente dell’amministrazione comunale.

A parlare in merito alla vicenda è proprio De Magistris: «In questa vicenda surreale sono estraneo e danneggiato. Sono convinto che gli indagati evidenzieranno la correttezza del loro operato a dimostrazione della trasparenza e della legalità con cui il Comune ha sempre lavorato in questi otto anni. Non parlerò più di Colombo e dintorni per non dare risalto mediatico a chi intende buttare fango anche sulla mia persona, come questa squallida storia ha già dimostrato». 

Queste le sue dichiarazioni rilasciate in un comunicato diffuso dal Comune di Napoli.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più