Coronavirus, la Campania si attiva: controlli e quarantene per chi viene dal Nord

I 152 casi di coronavirus in Italia fanno paura, il nostro Paese è il terzo al mondo per numero di contagi dopo Cina e Corea del Sud. Ma bisogna mantenere la calma e non creare allarmismi inutili.

Così molti sindaci, in concomitanza con le disposizioni attuate dal Governo e dal Ministero della Salute, si stanno muovendo per rassicurare la popolazione. Dopo l’ordinanza dei sindaci di Ischia, poi annullata dal prefetto di Napoli, che vietava ai turisti cinesi, lombardi e veneti l’accesso all’isola verde, il sindaco di Casapulla, nel Casertano ha optato per un provvedimento più “intelligente”.

Infatti ha comunicato alla cittadinanza che tutte le persone provenienti dalle zone del focolaio di diffusone del COVID-19, più noto come coronavirus, devono comunicare al sindaco o alla Polizia Municipale di Casapulla gli spostamenti.

Intanto scuole chiuse a San’Agata dei Goti, controlli a Napoli, paesi in quarantena nel Salernitano. La Campania si attiva per prevenire il coronavirus.

Le scuole saranno chiuse fino a giovedì prossimo a Sant’Agata de’ Goti perchè alcuni docenti e alunni sono di ritorno da una gita scolastica tra Milano e Verona. Invitati a stare in quarantena per 14 giorni.

Tali comunicazioni sono solo a scopo precauzionale.

Potrebbe anche interessarti