Coronavirus a Napoli, mascherine in vendita a 3 euro in salumeria. Denunciato negoziante

I carabinieri della stazione di Giugliano in Campania hanno denunciato un 33enne del posto, titolare di un negozio di alimentari, per manovre speculative su merci.

Il commerciante stava vendendo al pubblico le mascherine di protezione (oramai quasi introvabili a causa dell’emergenza Coronavirus) ad un prezzo sproporzionato rispetto a quello di mercato.
Le mascherine erano in vendita a 3 euro l’una, nonostante il prezzo originario stabilito fosse di 20 centesimi. Il negoziante, inoltre, per ricavare maggiori guadagni, vendeva i pezzi singolarmente e non in pacchi da 10, applicando un rincaro del 1200%.

Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e come si previene

I militari, avevano notato l’attività grazie ad alcuni annunci pubblicati sul web tramite i quali l’uomo ne pubblicizzava la vendita.
I carabinieri della stazione di Giugliano in Campania hanno poi raggiunto il negozio, guidati da un cartello che promuoveva l’offerta. Una volta accertata l’attività illecita, i carabinieri hanno sequestrato ben 1000 mascherine, ammassate in uno scatolone tra prodotti alimentari.

LEGGI ANCHE
Ercolano. Le misure contro il coronavirus: sanificazione strade e sospensione Tari

A Varcaturo è avvenuto un episodio simile alcuni giorni fa. Una parafarmacia è stata sequestrata poiché vendeva le mascherine ad un prezzo esorbitante. Le mascherine Life Guard avevano raggiunto un costo maggiorato del 6150% del loro costo abituale.

Potrebbe anche interessarti