Coronavirus, Franco Pepe continua a fare pizze e pane: ma solo per poveri e anziani

Una bella storia di solidarietà in questo momento così difficile arriva da Caiazzo, nel Casertano, dove Franco Pepe proprietario della pizzeria “Pepe in Grani” ha deciso di tenere acceso il forno e continuare a sfornare pizze e pane ma solo per poveri ed anziani soli.

Stiamo assicurando un pasto caldo agli anziani delle case di riposo della zona  – ha raccontato Franco Pepe al corrieredelmezzogiorno.ite abbiamo donato pizze ai clochard nei pressi della stazione ferroviaria di Caserta, raccogliendo l’appello dell’associazione “L’Angelo degli ultimi” che si trova in grande difficoltà in questo momento. Continuando a panificare mi sono sentito più vivo, mi sono rivisto nella situazione che viveva mio nonno nella Seconda guerra mondiale. Anche lui non si è fermato“.

Con il dottor Giuseppe Di Sorbo, produttore di ventilatori polmonari, – continua – e il Lions Caserta Real Sito di San Leucio, ho chiamato all’appello la sua rete di produttori dell’Alto Casertano, e abbiamo donato all’Ospedale Sant’Anna e San Sebastiano di Caserta un ventilatore polmonare e 40 mascherine facciali filtranti ospedaliere“.

Poi è partito l’appello a colleghi e volontari per raccogliere altri fondi per la terapia intensiva dell’Ospedale di Caserta. A lui si è unita anche l’amica e chef Rosanna Marziale. Questa è la piattaforma per donare: www.gofundme.com/f/raccolta-fondi-presidi-per-ospedale-di-caserta.

La bella azione è stata notata anche dalla ministra delle politiche agricole alimentari e forestali Teresa Bellanova: “Un’altra bella storia di solidarietà, questa volta dalla Campania: Franco Pepe, proprietario della pizzeria Pepe in Grani, a Caiazzo, in provincia di Caserta, ha dovuto chiudere il suo ristorante per l’emergenza, ma ha deciso di non fermarsi e di aiutare la sua comunità facendo quello che gli riesce meglio. Così, dopo aver donato il cibo rimasto inutilizzato e chiamato a raccolta colleghi e imprenditori per una raccolta fondi destinata all’ospedale di Caserta, ha riacceso il forno e ormai da giorni continua a preparare pizze, pane e biscotti per gli anziani e i più bisognosi. Perchè, come dice lui: “Questa è una battaglia che possiamo vincere solo insieme, se ognuno fa la propria parte”. Una grande generosità. Insieme ce la faremo“.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più