Scarichi litorale Domitio, “C’è puzza di c***ca di bufale”: la vergogna fa il giro del web

Una vergogna senza fine quella degli scarichi abusivi in mare. Sono passati due giorni dalla fine del lockdown e dalla ripresa delle attività e sono ricominciati gli sversamenti illegali.

Prima il Sarno e ieri il mare del Litorale Domitio. Un’enorme macchia scura e fetida ha invaso le acque diventate cristalline durante la quarantena.

Un reportage della pagina Facebook “La Terra dei Fuochi” ha mostrato lo scempio in atto nel mare tra Mondragone e Castel Volturno. Foto e video che raccontano la violenza e la cattiveria di cui è capace l’uomo. Ma anche la debolezza e la strafottenza delle istituzioni dinnanzi a questi che sono veri e propri atti criminali.

C’è puzza di cacca di bufale“, si sente nel video. Le immagini sono terrificanti. Intanto ieri sera intorno alle 23 il personale Arpac, la Guardia Costiera di Mondragone e la Capitaneria di Porto di Castel Volturno si sono recati alla foce del canale Agnena dove è avvenuto lo scempio e hanno prelevato campioni d’acqua per analizzarli.

Si spera che si faccia giustizia e che i responsabili vengano puniti severamente.

Potrebbe anche interessarti